Cosa può insegnarci sul Digital un libro di ben più di 2500 anni fa?

Ciao imprenditore,

Non so se abbiamo mai avuto modo di parlarne.

Colgo, quindi, l’occasione per raccontarti della mia passione per il mondo orientale e di come questa si colleghi al mio lavoro con il Digital. 

Ogni anno, come fosse un rituale, rileggo il libro L’Arte della Guerra” di Sun Tzu, si tratta probabilmente del più antico testo di strategia militare esistente (VI secolo a.C. circa).

Ogni volta che lo leggo mi stupisco di quanto, nonostante la veneranda età, sia sempre attuale e pieno di spunti.

Forse non lo sai,  ma un sacco di autori moderni ne hanno adattato i dettami al proprio settore. Il più inflazionato è sicuramente quello rivisitato per imprenditori e manager.

Un altro libro abbastanza famoso per chi ha interesse per le arti marziali è il “Flos duellatorum in armis, sine armis, equester et pedester” (abbreviato il Flos Duellatorum), che è un manuale di lotta e scherma scritto a Ferrara, nel 1409-10, da Fiore dei Liberi da Premariacco.

Ma la sua fama non è neanche paragonabile a quella del manoscritto di Sun Tzu.

Come fa questo libro, tra tutti quelli scritti fino ad oggi, a mantenere un contenuto “sempreverde”?

Perché tutti i libri che sono stati scritti successivamente non hanno riscontrato lo stesso successo?

Dopo qualche riflessione ho trovato la risposta: il Flos Duellatorum parla di uno strumento (le armi da taglio, soprattutto le spade) e un po’ di tattica nel duello, L’Arte della Guerra è un libro che parla di STRATEGIA.

In entrambi i momenti in cui sono stati scritti si utilizzavano le stesse tipologie di armi (ovviamente costruite con tecnologie diverse visto la grande differenza temporale), le cosiddette armi bianche, ma seppur entrambi i libri parlino di guerra, uno è destinato a diventare immortale, l’altro ad essere letto da pochi appassionati.

Questa è la grande differenza tra un Tattico/Stratega digitale e una web agency classica o un social media marketer.

Lo stratega si concentra sulla strategia per poi scegliere lo strumento adatto alla sua esecuzione, l’ altro vende lo stesso strumento a tutti per staccare una fattura.

Così come l’Arte della Guerra era applicabile alla guerra di 2500 anni fa, alla guerra attuale, alla direzione aziendale, e alla guerra spaziale quando arriverà, così la strategia digitale è applicabile indipendentemente dallo strumento con cui si attuerà.

Una persona che consiglia uno strumento come soluzione per ogni male dell’azienda, senza conoscerne la strategia generale e la strategia digitale è come voler far adottare il Flos Duellatorum come libro di testo all’esercito del tuo paese.

Se sei nel 1400 è il testo perfetto, se sei nel 2019 ti prendono per pazzo.

La strategia digitale quindi non dipende mai da uno strumento specifico, ma al contrario prima va formulata con l’ aiuto di uno stratega digitale e solamente dopo si andranno a scegliere gli strumenti più adatti che la tecnologia consente di utilizzare.

📙Sapevi che ho scritto l’80% dei contenuti

del mio primo libro? 📙

IL TITOLO SARÀ: [ L’Arte della Guerra Digitale ]

Ancora qualche mese di duro lavoro tra editing, impaginazione e finalizzazione e finalmente potremo andare in pubblicazione!

Qui dentro ci saranno i miei ultimi 10 anni di esperienza nel mondo digitale, 10 anni che ho dedicato sopratutto agli imprenditori, cercando di renderli liberi di usare l’elemento digitale nella loro vita e nella loro azienda.

Forse sono troppo ambizioso ma mi piace pensare di essere l’ambasciatore degli imprenditori che vogliono trasformare la propria vita e la propria azienda proiettandola nel futuro e in questo libro c’è il distillato di questo mio intento:
“Esiste sempre una scorciatoia digitale, io ti posso aiutare a trovarla.”

Sento sempre dire che “l’Italia è vecchia” e che gli imprenditori italiani faticano a stare al passo con l’innovazione e il mondo digitale…

Ed effettivamente è quello che vedo anche io tutti i giorni: la maggior parte degli imprenditori sentono di avere poco tempo per dare una svolta alla propria azienda, vorrebbero innovare ma non sanno a chi rivolgersi e con chi aprirsi.

La paura di spendere soldi ed energie in progetti vani e che rischiano di far perdere ancora più tempo è paralizzante per la maggior parte di loro.

La sensazione spesso è quella di sentirsi inadeguato e fuori tempo, di perdere il controllo in un mondo che va troppo veloce.

Per questo motivo ho scritto questo libro, perché l’elemento digitale ha una funzione fondamentale: di farti guadagnare tempo.

L’arte della Guerra Digitale:
> Ti permette di recuperare tempo nelle cose ordinarie
> Comprendere come e in quali aree il digital può essere utilizzato
> Ti permette di svecchiare te stesso e l’azienda che stai guidando

Sarà un vero e proprio manuale di sopravvivenza per l’Imprenditore nell’era dell’elemento Digitale.

Puoi leggere il primo capitolo in anteprima tra qualche giorno se compili il form che trovi a questo link: www.artedellaguerradigitale.it

Libera il tuo tempo (con il Digital),
è la cosa più preziosa che hai.
Philip Dall’Igna

Argomenti: Tattica Web - i 10 comandamenti